Aggiornamenti Decluttering

Corso di Decluttering: conto alla rovescia!

Il corso è ora disponibile!
Scopri tutti i dettagli a questa pagina

 


 

 

Corso di Decluttering: work in progress

È passato qualche tempo da quando abbiamo chiesto le vostre opinioni ed esperienze sul problema degli accumuli di oggetti, e molti ci scrivono per chiederci: a che punto siamo con il Corso di Decluttering?

Come sapete, questo corso sarà il primo corso digitale di Creative Feng Shui, il primo che potrete acquistare e seguire a casa vostra. È la prima volta che ci cimentiamo nell’impresa e, si sa, gli inizi sono irti di ostacoli e imprevisti. Ma per fortuna, anche questa volta li abbiamo superati, e il corso si sta sviluppando a pieno ritmo!

Molti aspettano con ansia questo corso, così abbiamo creato questa pagina per tenervi aggiornati in tempo reale di tutti gli sviluppi. Da qui alla pubblicazione del Corso di Decluttering, pubblicheremo gli aggiornamenti via via che il corso cresce. (Qui in basso!)

Quando vorrete vedere come procede la creazione del corso, basterà venire sul sito e cliccare sulla categoria “aggiornamenti” sulla barra laterale qui a destra.

I risultati del sondaggio

Vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno risposto al nostro sondaggio. Le vostre risposte sono state di grande aiuto per creare un  corso tagliato su misura sui vostri problemi. È stato davvero interessante vedere come tutti, in sostanza, manifestiamo gli stessi disagi, tra cui:

  • un senso di confusione e irritazione, pesantezza e occlusione, e un sorprendente senso di sollievo e padronanza quando ogni tanto riusciamo a rimuovere gli accumuli
  • ci sentiamo oppressi dalla quantità di cose, impotenti, e rinunciamo a lavorarci perché il lavoro sembra troppo, non c’è tempo
  • proviamo forti resistenze emotive all’eliminazione degli oggetti, tra cui la paura di “sprecare”; cerchiamo giustificazioni per tenerli anche se razionalmente sappiamo che non serviranno più
  • spesso gli accumuli sono causa di conflitti o comunque portano tensione tra i membri della famiglia
  • gli accumuli portano un senso di fallimento, di disistima, a volte perfino di colpa, perché ci sentiamo incapaci di mantenere il nostro ambiente personale (e quindi noi stessi) in buone condizioni

Trattare le cause, non i sintomi

Anche se molti manuali e corsi di decluttering parlano dei disagi psicologici e relazionali che sono l’EFFETTO dagli accumuli, stranamente nessuno si sofferma sulle dinamiche psicologiche che sono la CAUSA degli accumuli.

Noi, che pratichiamo Feng Shui professionalmente da molti anni, sappiamo bene come il modo in cui una persona tratta lo spazio riflette da vicino la sua vita interiore. I problemi che si manifestano come accumuli disordinati, poi, sono particolarmente radicati e coriacei.

Quello che per noi è chiaro, quindi, è che per risolvere il problema degli accumuli non basta fornire qualche metodo pratico per organizzare il lavoro. Il problema va affrontato alla radice: se non lavoriamo sulle cause psicologiche degli accumuli, nessun metodo pratico sarà efficace. Ecco perché il corso di decluttering di Creative Feng Shui affronterà innanzitutto le dinamiche interiori che, un oggetto alla volta, fanno sì che ci ritroviamo sepolti e soffocati dalla roba. Parleremo del PERCHÉ accumuliamo, e come possiamo risolvere il problema alla radice, in modo che, una volta eliminati gli eccessi, il nostro spazio – e la nostra vita! – restino liberi e ordinati.

Molto più di un corso di decluttering

Non solo: il decluttering in senso stretto riguarda l’eliminazione degli accumuli nocivi, ma in senso più profondo, riguarda la gestione consapevole, abile e sana del proprio spazio. E i principi che possiamo applicare alla gestione dello spazio per tenerlo in buone condizioni si applicano a molte altre nostre risorse: tempo, soldi, energie, rapporti personali. Abbiamo impostato il corso in modo che tutti i principi appresi possano essere facilmente applicati ad altre aree della vita, così che imparando a liberare lo spazio esteriore, imparerete in realtà a liberare anche quello interiore.

Via via che procederete nel lavoro, scoprirete che cominciate a trattare le cose in modo diverso anche in campi apparentemente slegati dal problema degli accumuli, creando via via uno stile di vita più rilassante, appagante e sostenibile.

Controlla regolarmente questa pagina per ricevere tutti gli aggiornamenti sul corso!


Aggiornamenti

 24/1/15
L’attesa è finita!

Lunedì 26 gennaio parte la serie di lancio di 5 video gratuiti, che includono ben 3 moduli didattici del corso!
Mercoledì 4 febbraio vi invieremo l’ultimo video della serie, e apriremo le porte del corso, con un’offerta di lancio irripetibile e valida solo fino alla mezzanotte dell’11 febbraio.

Come ci si iscrive alla serie di video gratuiti?

Se ti sei iscritto alla lista del prezzo di lancio con il modulo che si trovava su questa pagina fino a stamattina, non devi fare niente, i video ti arriveranno a partire da lunedì!

Se non sei ancora iscritto…lunedì vi manderemo comunque il link a una nuova pagina di iscrizione…con una sorpresa!

L’attesa è stata lunga, ma finalmente ci siamo. Grazie per la pazienza e ci vediamo nei commenti ai video!

12/12/14
I primi testimonial!

Con un po’ di ritardo, il corso è finalmente pronto. Ancora qualche piccolo passaggio tecnico da superare prima della messa in vendita, ma li supereremo, ci siamo quasi.
In attesa di vedere la serie di video gratuiti di lancio, puoi leggere due articoli sull’argomento oppure…i testimonial di chi ha già visto i video! 🙂

 

ODDIO! Ho appena guardato il primo video! è uno spettacolo!!! ma sei bravissimo!!! interessantissimo ma soprattutto chiaro, diretto e avvincente, e divertente anche! LE COSINE!!! geniale… dà un senso di fondatezza e serietà ma allo stesso tempo parla alle persone in modo affettuoso, come quando uno che ne sa decide di prendersi cura di te…

Laura, organizzatrice di eventi, Roma

Dritto al cuore! Questa è stata la prima sensazione provata.. non riuscivo più a smettere di guardarli! Molto semplici ed immediati: colori, disegni ed esempi molto incisivi, spiegazione vocale molto diretta e comprensibile (tra l’altro la tua voce infonde calma e serenità… il che non guasta).

Rossella, imprenditrice, Asti

Complimenti! Chiaro e significativo, come sempre. Veramente piacevole ascoltare e trovare persone come voi disposte a investire sul miglioramento della qualità della vita altrui… nobili anime.
P.S. Geniale la parte sul tritaprezzemolo… sono morta dal ridere!!! :-))))

Sara, architetto, Savona

Ma sono proprio belli sai?!?! Mi complimento per il garbo e l’incisività al tempo stesso che riesci a trasmettere. E poi trovo ottima la scelta delle immagini per far capire bene di cosa si parla. Mi sento ancora meglio a pensare alle poche cose che tengo in casa – che sono poi comunque sempre troppe.

Paola, home designer, Medicina

Hai una capacità stupefacente di prevedere quello che noi pensiamo!!! Più volte hai espresso esattamente quello che io stavo pensando in quel momento…e la sensazione che ne deriva è la consapevolezza di essere capiti, compresi, di non essere soli, quindi una infusione di positività e di autostima!

Giusy, impiegata, Milano

17/9/14
Siamo alle copertine!

Coraggio, manca meno di un mese!
Coraggio me lo devo fare io in realtà, con tutto quello che c’è ancora da fare…colpa nostra che abbiamo voluto mandarvi il sondaggio dell’ultimo minuto 🙂
Il lato positivo è che ci avete mandato un mucchio di domande intelligenti e sicuramente integrare le risposte nel corso lo sta rendendo molto migliore di quanto sarebbe stato altrimenti.

Ecco come al solito qualche piccola anteprima:

Il work in progress della dispensa di approfondimento psicologico…

Corso di decluttering - outline approfondimento

..e due contendenti per la copertina! (della dispensa; quella del corso di decluttering nel suo insieme verrà svelata a tempo debito).

Corso di decluttering - copertine dispensa

Cosa vi dice l’immagine qui sotto? Indovinato: all’inizio del processo di decluttering vi sembrerà che vi faccia stare peggio, ma l’impegno e la pazienza verranno ripagati, perché più andate avanti, più l’umore scatta verso l’alto!

Corso di decluttering - umore in  salita

Per avere ben presenti i metodi al momento di usarli in pratica, nel corso usiamo molti schemi grafici come mappe mentali animate che, una volta viste, non si scordano più! Cosa nasconderanno i punti interrogativi? 🙂

 

Corso di decluttering - schemi grafici

1/9/14
E se i familiari non collaborano?

Siamo alle battute finali della creazione e revisione delle slide…queste sono tra le più recenti:

Una mamma raccoglie i giocattoli

Famiglia unita corre verso uno spazio più sano

Già: molti di noi vivono con il partner o con la famiglia, e non è detto che tutti contribuiscano al problema dell’accumulo nello stesso modo, né che siano disposti a contribuire alla soluzione…che fare in quel caso? Come vincere la resistenza passiva dei familiari?

Queste invece sono ancora dei primi moduli:

Gli eccessi alimentari portano a malattie del benessere

Troppi oggetti portano ai sintomi del decluttering

Gli accumuli di oggetti sono collegati al peso in eccesso

L’accumulo di oggetti è di fatto una malattia del benessere: è un di più che ci avvelena anziché nutrirci. Ma il collegamento non si ferma qui…pochi sanno che i ricercatori hanno trovato una forte corrispondenza tra la tendenza ad accumulare oggetti e quella ad accumulare grasso corporeo. Se non avete indovinato il perché, lo scoprirete nel corso, ma intanto vi lascio con uno “strano ma vero”: sì, fare decluttering può davvero aiutare a dimagrire! 🙂


10/8/14
Le tipiche obiezioni all’eliminazione degli oggetti

Lezione 8, slide 68!

Ormai siamo nel pieno della terza parte del corso, quella sui metodi pratici. Qui vediamo come organizzare nel modo più efficiente la selezione, la rimozione e la nuova sistemazione degli oggetti. Questa è la parte facile però: quella difficile è trovare il coraggio di affrontare il lavoro e di lasciare andare gli oggetti che, sebbene ci soffochino, non riusciamo a salutare per sempre.

Appena si profila l’idea di eliminare certi oggetti, emergono dentro di noi le tipiche obiezioni che ci bloccano e ci frustrano. Ognuna di esse, però, può essere risolta se sappiamo come.

Le tipiche obiezioni all'eliminazione degli oggetti.

Che fare quando la ragione dice una cosa, le emozioni ne dicono un’altra?

La testa dice una cosa, il cuore un'altra


3/8/14
Perché nel Corso di Decluttering
solo la terza parte riguarda le soluzioni pratiche?

E anche la lezione 7 è andata…lavorare a questo corso è diventato improvvisamente più facile e piacevole. Sapete perché? Perché iscrivendovi in massa alla mailing list ci avete dimostrato che interessa davvero a molti!

Del resto non siamo sorpresi, abbiamo deciso di realizzare questo corso per primo perché sappiamo che il problema affligge tante persone.

Qualcuno ci ha scritto chiedendo come mai solo la terza parte di un corso di decluttering – che sembra un tema estremamente pratico –  è dedicata ai metodi pratici. La risposta è semplice: l’esperienza dimostra che se non si comprende come nasce il problema, quanto davvero ci costa, e a quali principi dobbiamo attenerci nel risolverlo, succedono due cose:

1. siamo molto più lenti e meno motivati nel lavoro
2. è MOLTO più alto il rischio di “ricadute”.

In sintesi, le prime due parti servono a far sì che la terza funzioni davvero!

La particolarità del Corso di Decluttering di Creative Feng Shui è proprio questa: mostrare come il problema degli accumuli sia strettamente collegato a dinamiche molto più profonde di quanto comunemente si pensi, e agire direttamente su di esse per sbloccare la situazione su più livelli.

Ecco due esempi di difficoltà che si riflettono molto bene nel problema degli accumuli, ma rendono la vita difficile in un milione di altri modi.
Più sono grandi i problemi di accumulo di una persona, più possiamo aspettarci di ritrovare in lei queste caratteristiche: la difficoltà nel prendere decisioni e nel definire il valore relativo dei diversi oggetti (o attività, relazioni etc.)

I problemi di accumulo dimostrano una ridotta capacità decisionale.

Imparare a fare decluttering è un modo estremamente efficace per esercitare queste abilità, con ricadute positive su tutti gli altri campi che ne sono influenzati!


27/7/14
Come si compone il Corso di Decluttering
e una prima sbirciata alle slide

La parte principale del corso è una serie di lezioni video. Le lezioni video sono divise in 3 sezioni e sono corredate da una dispensa di appunti schematici per avere tutte le istruzioni sotto mano al momento di fare il lavoro.

Stiamo poi preparando una dispensa speciale che affronterà tutto l’aspetto più psicologico del lavoro: nel decluttering, gli ostacoli più difficili da vincere sono quelli emotivi! Qui troverai informazioni sulle più recenti ricerche psicologiche in materia, le relazioni tra l’accumulo compulsivo e altri disturbi, e naturalmente una serie di tecniche per aiutarti a ristrutturare le tue abitudini in modo efficace e durevole.

Al momento in cui scriviamo, stiamo ultimando la lezione 6 della parte video. Ne mancano ancora 4…

Per i più curiosi, ecco in anteprima alcune delle slide delle lezioni realizzate finora. Le slide che vedete qui sono minuscole per stare nella pagina, ovviamente nel video saranno in definizione molto più alta!

Le tre sezioni delle lezioni video:

Le tre sezioni del corso di decluttering


Il nostro spazio è come il nostro corpo: ha dei limiti oggettivi, e quando li superiamo, cominciano i problemi.

Quando superiamo i limiti oggettivi del nostro spazio, cominciano i problemi

Ci sono molti fattori che creano la nostra tendenza all’accumulo, ma quest’idea tipica della nostra cultura è il più importante.
Se riuscite a capire quanto è falsa, siete già a metà del lavoro.

Più oggetti = più felicità?


Viviamo in una cultura che ci spinge a desiderare di più, spendere di più, correre di più; procurarsi e gestire grandi quantità di oggetti è così stressante che a volte, per cominciare a stare meglio, bisogna avere DI MENO!

A volte per cominciare a stare meglio bisogna avere DI MENO


E parlando di soldi…una delle cose più interessanti del decluttering è che fa risparmiare un mucchio di soldi, perché tenersi gli accumuli è come bruciarli.

Gli accumuli di oggetti BRUCIANO i soldi


Dalla sezione 2: il primo principio del decluttering è che prima di eliminare gli oggetti in eccesso dal nostro spazio, dobbiamo imparare a fare in modo che non ci entrino. E questo significa cambiare abitudini, perché di solito siamo noi a portarceli!

Siamo noi a riempire il nostro spazio di oggetti inutili, e dobbiamo imparare a tenerli fuori.


Ci sono quattro categorie principali di oggetti che formano gli accumuli: riesci a capire quali?

Screen Shot 2014-07-25 at 17.39.48


Quand’è che le cose a cui siamo attaccati emotivamente contribuiscono al problema dell’accumulo?

Gli oggetti a cui siamo attaccati emotivamente creano spesso problemi di accumulo.


Il famoso Principio di Pareto, detto anche “regola 80/20” si applica anche al decluttering: per l’80% del tempo usiamo solo il 20% degli oggetti che possediamo.

Il principio di Pareto applicato al decluttering


A vedere come riducono le loro case non si direbbe, ma un tratto molto comune degli accumulatori compulsivi è la paura dell’errore.

Un tratto comune degli accumulatori è la paura dell'errore


Gli oggetti a cui stare più attenti sono quelli che servono poco rispetto allo spazio che occupano: se vogliamo avere più spazio libero dobbiamo scegliere oggetti che prendono poco spazio e sono utili in molte situazioni.

Gli oggetti peggiori sono quelli scarsamente utili, che poco alla volta si mangiano molto spazio


All’inizio, fare il decluttering della propria casa può sembrare un compito insormontabile, ma nel corso impareremo come dividere il lavoro per rendere il compito tranquillamente gestibile e acquisire gradualmente più libertà e benessere ogni giorno.

Come dividere il lavoro di decluttering


Gli oggetti fisici non sono gli unici a poter creare eccessi nocivi: un problema a cui gli accumuli nelle nostre case sono strettamente collegati è il sovraccarico di informazioni: mai sentito parlare di inquinamento cognitivo?

Anche le informazioni possono creare eccessi nocivi!

Informazioni sull'autore

Stefan Vettori

Stefan Vettori

Penso che il mio viaggio nel Feng Shui sia iniziato quando, da piccolo, mi sono chiesto: ma perché le città sono tanto brutte? Possibile che non facciano stare male nessun altro oltre a me? Possibile che nessuno preferisca forme e colori più gradevoli, più morbidi?

17 commenti

  • Ma è meraviglioso! Grazie! Mi sembra tutto molto interessante.
    Io ho già fatto un’esperienza di corso on-line con Lucia Larese. È stato molto utile per cominciare a ‘sgrossare’ il grande lavoro che c’è da fare a casa mia ma finto quello mi sono un po’ arenata arenata.
    Ho dunque tanta voglia di cominciare o meglio ri-cominciare perché so che è una pratica importante e che porta cambiamenti profondi nella vita.
    Grazie per questa opportunità e vi raccomando solo una cosa… il costo! Spero che saremo in tanto così potrete immagino tenerlo bassino perché sono tempi magri. Ho anche un paio di amiche interessate… ho già girato anche a loro la mail. Grazie! Ilaria

    • Ciao Ilaria,
      grazie per i complimenti, ce la mettiamo tutta.
      Visto che tocchi il tasto del costo, voglio rassicurarti perché

      1 – il senso dei corsi scaricabili è far risparmiare tempo e soldi alle persone, e il corso di decluttering non farà eccezione.
      2 – non abbiamo ancora deciso un prezzo finale ma ti posso garantire fin d’ora che costerà molto meno di un corso dal vivo!
      3 – pochi che si interessano di decluttering sono attenti a questo aspetto, ma uno dei problemi più grandi degli accumuli è che creano emorragie nascoste di soldi, continue e consistenti. Nel corso poniamo particolare attenzione a questo problema: il corso di decluttering di Creative Feng Shui vi insegnerà a risparmiare molti, ma MOLTI più soldi di quanti ne costerà.
      In un certo senso, quindi, il corso è GRATIS 🙂

  • grazie di cuore per il vostro immenso lavoro, anche se conosco molto bene il decluttering…ehehehe, per praticarlo da anni e anni e a scadenze regolari…..mi mancano ancora dei click….perchè la mia più grande fatica a far ripulisti si trova nell’informazione e libri……tutto il resto è praticamente ridotta da anni all’essenziale o quasi ehehehe, ma libri anche se ho iniziato proprio sabato…..a regalare un grande sacco di libri…..siamo in sintonia eehheh, grazie vi seguo da anni e sempre siete al top 🙂
    Continuate così e ancora grazie dal cuore
    vanita che succhia la vita

    • Ciao Vanita,
      hai assolutamente ragione: l’accumulo di informazione sotto forma di libri, riviste e quant’altro è uno dei più perniciosi, infatti nel corso ne parliamo spesso. Il decluttering di questi oggetti è dei più difficili perché molto più di altri scatena la paura dell’errore di cui parliamo nel primo aggiornamento: e se dovessi poi avere bisogno proprio di quell’informazione? Chi sa quando mi potrà ancora servire.

      Conosco casi in cui la persona comprava addirittura più copie di ogni numero di una rivista, per dieci o più riviste mensili, non per leggerle, ma perché non poteva sopportare di rimanere priva della possibilità di leggerle in ogni momento. Risultato: ha dovuto affittare interi magazzini, (sì, al plurale) per tenerli pieni fino all’orlo di scatoloni di riviste mai neppure sfogliate.

      Conosco personalmente una donna che ha rischiato di bruciare viva per questo motivo: in una casa foderata di libri, con accumuli così grandi da rendere impossibile la manutenzione, è bastato uno scherzo dell’impianto elettrico per mandare tutto in fumo. La gente non ci pensa, ma gli accumuli sono un grave rischio per la salute e la sicurezza, tanto che in certi stati i governi impongono delle pulizie forzate per prevenire gravi incidenti. Vi sono casi, infatti, in cui le persone restano bloccate in casa o addirittura muoiono sepolte da mucchi di roba crollati. Sembra assurdo, ma non è un’esagerazione dire che il decluttering può salvare delle vite.

      In un altro caso estremo, una persona doveva evitare accuratamente le librerie e spostarsi sull’altro lato della strada quando arrivava nei pressi di un’edicola: la tentazione l’avrebbe indotta a spendere centinaia di euro in libri e riviste, di cui la casa ovviamente era già strapiena. Un tema che affronteremo nella dispensa del corso di decluttering è quello dello shopping compulsivo, o comunque della raccolta continua di oggetti: è inutile liberare lo spazio se poi lo si riempie in continuazione!

  • Perdonatemi, ma pur essendo veramente interessata a seguire il corso, mi chiedevo, come fare senza conoscere il costo? Nn so se riesco….aspetto vs notizie

    • Ciao Alessandra, forse c’è un equivoco: il form di iscrizione qui sopra NON serve ad iscriversi al corso, anche perché il Corso di Decluttering non essendo dal vivo non sarà ad iscrizione, ma verrà semplicemente acquistato da ognuno individualmente. Un ulteriore vantaggio di questo formato infatti è che oltre a farlo a casa tua, puoi decidere di seguirlo quando vuoi, senza aspettare le nostre date, e dividere il tempo delle lezioni come più ti comoda.

      Il form qui sopra serve a inserirti nella mailing list delle persone che, al momento dell’uscita del corso di decluttering, avranno la possibilità di acquistare il corso a un prezzo di lancio molto inferiore rispetto a quello aperto al pubblico, tutto qui. Se poi il prezzo non ti attira, sei ovviamente libera di non acquistare!

      Comunque, giusto per dare a tutti un’idea dell’ordine di spesa:

      il Corso di Decluttering avrà probabilmente un prezzo al pubblico compreso tra i 60 e i 70 euro.
      Chi si iscrive alla mailing list avrà la possibilità di acquistarlo a meno di 50.
      Questo significa che pur avendo tutti i contenuti e l’approfondimento di un corso dal vivo, e anche di più, il prezzo è più simile a quello di un libro!

  • E’ già da un po’ che sto cercando di fare spazio nella mia casa e nella mia Vita riordinando, pulendo, regalando ed eliminando tante cose che nel tempo ho accumulato e questo corso capita incredibilmente nel momento giusto … sincronicità!
    Vi seguo da quando un altro episodio sincronico mi ha portato al vostro sito e vi sono grata per tutto quello che generosamente condividete … buon lavoro, buona estate e sorrisi

      • Molto interessante…oltre a scaricare il corso individualmente organizzerete un gruppo di discussione come per i corsi di Feng Shui ?
        Per mia esperienza ci vuole un sostegno, il gruppo aiuta a non sentirsi soli o marziani, si rischiano ricadute e come smettere di fumare !

        Ivana

        • Ciao Ivana, grazie per il commento.
          Hai assolutamente ragione: l’abitudine all’accumulo crea una dipendenza psicofisica molto simile a quelle create da alcool, fumo e varie sostanze. Non per niente, in altri stati ci sono svariati siti (anche svincolati da corsi di decluttering) nati proprio per rispondere a questa esigenza, dare alle persone con problemi di accumulo un luogo dove incontrarsi e confrontare le proprie esperienze, farsi forza a vicenda.

          Certamente si rischiano ricadute, e bisogna stare sempre in guardia, ma questo problema ce l’avevamo ben chiaro prima di iniziare a scrivere il corso! Perciò siamo stati attenti a inserire delle contromisure. Ad esempio, oltre ai metodi per eliminare gli accumuli, nella terza parte spieghiamo anche le migliori strategie per ridisporre gli oggetti in modo che la casa si possa tenere in ordine in modo più facile e veloce, e quelle per…beh, per evitare ricadute. Per il Corso di Decluttering, quindi, un gruppo di tutoring vero e proprio non è in programma. Tuttavia, non è detto che non si possa organizzare un semplice forum in cui tutte le persone che acquistano il corso possano venire a confrontarsi! È una buona idea, dobbiamo solo vedere come organizzarci tecnicamente. Tu resta sintonizzata 🙂

    • E così sarà, sempre se non andiamo in overdose da video 🙂
      Ancora un po’ di pazienza e il corso di decluttering sarà disponibile, intanto continuate a seguire questa pagina per gli aggiornamenti!

    • Ciao Enrica,
      puoi stare tranquilla, lavoriamo assiduamente al corso di decluttering da mesi, quando finalmente uscirà le trombe di CFS squilleranno per settimane 🙂

  • Ciao.
    Sono arrivata a questo tuo sito perché sono alla ricerca di risposte riguardo al Feng Shui e al letto.
    Credevo che dopo aver letto come fare (sinceramente ho le idee ancora confuse ma è un problema di appartamento non delle tue spiegazioni!) avrei chiuso la scheda nella memoria internet e tutto sarebbe finito lì…. ed invece è una settimana che ho la pagina del sito aperta e continuo a leggere.
    Bello! Sto apprendendo molte cose nuove e la curiosità non è ancora soddisfatta.
    Scrivo il commento qui, nella pagina del decluttering, perché anche questo è un argomento che voglio conoscere per poi poterlo applicare sia nella scelta degli oggetti da traslocare nell’appartamento in cui andrò ad abitare, sia per mantenere una casa “decluttering-zata” in futuro.
    Cosa devo fare per comprare il corso? Grazie per avermi letto. Resto in attesa di risposta.

    • Grazie Antonella, sono molto felice che il nostro sito Web sia utile a tutti quelli che hanno voglia di leggere: noi ci impegnamo molto per fornire informazioni accurate e aggiornate! Se sei interessata alla posizione del letto, ci sono in tutto sei articoli pubblicati, partendo dal fondo del blog. Per quanto riguarda il decluttering (e il corso di decluttering), lo puoi acquistare direttamente sul sito del mio collega Lorenzo Durand http://www.declutteringefficace.com/ dove trovi anche molte altre informazioni, articoli e video. Ciao!

Lascia un commento