Testimonial Corso Avanzato Feng Shui

Testimonial Corso Avanzato Feng Shui

Leggi i testimonial per il Corso Base di Feng Shui

 

La scuola era molto più tecnica delle altre che avevo incontrato sul mio cammino, ma allo stesso tempo molto più attenta all’aspetto istintivo. Per quanto mi riguarda, un connubio perfetto.

Sono arrivata a Creative Feng Shui dopo alcune esperienze di scuole e corsi di Feng Shui, non del tutto digiuna, ed ho capito subito che era la scuola per me. Qui non si parla solo di teoria, si parla di vita. Qui non si parla di applicare le regole, si parla di sentire: “Ritornare dal fare al sentire, dal dire all’ascoltare.” E questo era esattamente ciò che avevo fatto nei miei ultimi due anni di vita: lavorare sull’ascolto.
La scuola era molto più tecnica delle altre che avevo incontrato sul mio cammino, ma allo stesso tempo molto più attenta all’aspetto istintivo. Per quanto mi riguarda, un connubio perfetto.
Non posso dire che in assoluto questa sia la scuola migliore, altrimenti non sarei sulla strada per diventare una brava consulente Feng Shui, ma posso dire che è la scuola giusta per me che la abito.
Una frase del primo giorno di corso mi ha colpito: “Non potrai mai essere un consulente Feng Shui se non hai fatto un lavoro interiore su te stesso”. Si parlava di capire le necessità del cliente, di non inciampare nella trappola del giudizio, del volerlo salvare e dargli la medicina giusta per farlo diventare come avrebbe dovuto essere, cadendo nel rischio certo dello snaturarlo. Semmai invece fermarsi alla sua richiesta ed assolverla al meglio.
La delicatezza, la preparazione, l’attenzione dei docenti, è la linea guida di questa scuola, che oltre ad insegnare dettagliatamente ed in maniera precisa e puntuale le regole del Feng Shui, ci accompagnano passo per passo nel mondo della consulenza, diventando maestri di vita.
Unico neo: il tempo. In un mondo perfetto farei durare questa scuola un pò di più, per permettere al nostro corpo di interiorizzarla, ampliando la parte di pratica e riveglio corporeo, ed assimilando il corso ad una docenza universitaria. Ma il nostro mondo va di fretta, e Stefan e Lorenzo ci insegnano che non è conveniente andare contro ciò che esiste, semmai è più saggio accettare la situazione, e trarne vantaggio. Quindi, personalmente farò del mio meglio per seguire nel frettoloso susseguirsi le lezioni, sapendo che finita la scuola inizierà la parte di assorbimento e interiorizzazione dell’educazione, che solo l’esperienza e il tempo potranno far fiorire.

Sara, architetto, Savona 

Testimonial Corso Avanzato Feng Shui

Il Corso Base di Feng Shui mi aveva appassionata, ma solo dopo il Corso Avanzato ho cominciato a sentire di poter veramente applicare queste conoscenze a livello pratico.

Prima di fare il Corso Base avevo il dubbio di quanto davvero l’argomento potesse interessarmi, ma facendolo mi sono resa conto che è un argomento interessantissimo, soprattutto per un architetto. Ti apre veramente la mente e completa gli studi di architettura, c’è proprio una sinergia, i due argomenti si completano a vicenda. Ma per cominciare a fare consulenza, il Corso Base non bastava ancora; se vuoi lavorarci seriamente, vedi che non puoi assolutamente accontentarti del livello base, devi fare il Corso Avanzato.

Soprattutto l’analisi guidata del caso reale è stata interessantissima, una delle cose più belle. Viene voglia di farne tante altre, perché prima usi gli strumenti imparati in classe per trovare le problematiche del caso, e poi devi anche ipotizzare delle soluzioni, degli interventi, che per me come architetto alla fine sono la cosa più importante.
Il difficile è avere tutti gli strumenti così chiari da riuscire ad applicarli ognuno nel momento in cui serve…il problema che troviamo noi è che stiamo imparando queste cose tutte insieme, e quindi poi, quando hai il caso specifico, ti viene da analizzare tutto in ogni dettaglio quando in realtà non è così che funziona. Non tutto quello di cui si parla in un corso o in un manuale è rilevante nel caso specifico. Quando poi ci lavori devi essere come un medico, che in base ai sintomi del paziente sa che cosa andare a verificare e quali conoscenze applicare. Invece la tendenza all’inizio è di guardare tutto insieme, finendo per non capire niente…ed è qui che vedi in concreto quanto serve il lavoro sul corpo.
È una cosa molto importante ma molto trascurata, rispetto ai classici “schemini” è più difficile da far entrare nella nostra mentalità occidentale, perché tendiamo ad essere razionali e calcolatori più che ad applicare la nostra sensibilità, a lasciar agire il lato animale…
Quello di cui mi sono resa conto facendo il caso reale è che il lavoro sulla percezione è quello che ti porta poi a capire perché quelle persone hanno quelle problematiche e non se ne rendono conto. Lavorando sul corpo impari a percepire l’ambiente come lo percepisce la parte animale degli abitanti, anche se loro non ne sono più consapevoli, e quindi riesci a individuare i problemi chiave in modo intuitivo bypassando la confusione della parte razionale. Dopo aver discusso quegli strumenti in classe per mesi, vederli “in azione” sul campo è stato davvero illuminante!
Il Corso Base mi aveva appassionata, ma solo dopo il Corso Avanzato ho cominciato a sentire di poter veramente applicare queste conoscenze a livello pratico. È come se finalmente cominciassero a chiudersi un po’ di cerchi, ora comincio a capire come può davvero funzionare una consulenza!

Anna, architetto, Alghero

Leggi i testimonial per il Corso Base di Feng Shui

 

A conti fatti, lo considero un investimento prezioso a livello sia personale che professionale.

Mi sono iscritta al Corso Avanzato di Feng Shui perché dopo il Corso Base sentivo di avere ancora un’infarinatura generale, e avevo bisogno di mettere in ordine concetti che se non approfonditi in maniera corretta rischiano di prendere la strada della superstizione.
Sono stata a lungo incerta se iscrivermi per via del costo, ma penso sia stata la scelta giusta: ho dipanato molti dubbi e perplessità e ora sento di avere molti più strumenti per comprendere il territorio e gli ambienti che mi circondano. Questo mi è utile sia per vivere più attivamente lo spazio, senza farmi condizionare passivamente, sia per capire quali strumenti creano disturbo e disarmonia. A conti fatti, lo considero un investimento prezioso a livello sia personale che professionale.
Quello che mi è piaciuto particolarmente del corso è stato lo spirito che si è creato nel gruppo, e l’indubbia serietà dei docenti, sempre disponibili a mettersi in discussione.
La parte sulla percezione e l’uso del corpo e dell’attenzione è stata importante per me, e mi ha confermato che prima di tutto bisogna lavorare su se stessi. Nel Feng Shui, credo che trovare calma interiore e padronanza del proprio vissuto sia indispensabile per evitare che delle percezioni soggettive possano distorcere l’oggettività dell’analisi.
L’esercitazione su un caso reale poi è stata fondamentale per concretizzare parole e informazioni che sono lontane dalla cultura occidentale, e soprattutto per verificare se quantomeno si sono create le basi per iniziare a costruire la struttura dei ragionamenti che portano effettivamente a fare un’analisi oggettiva.
Come dicevo, il corso mi è stato utile anche a livello personale; più che un corso tecnico sugli spazi è un corso che trasmette un modo di osservare e interagire con la realtà in cui ci muoviamo. Se una persona sente il bisogno di staccarsi dal conformismo basato sull’apparenza e non sulla sostanza, di spingersi oltre i luoghi comuni, allora nel corso può trovare degli strumenti che le consentano di guardare il mondo e se stessi da altri punti di vista, e capire meglio le proprie scelte.

Aurora, architetto, Genova 

Con Creative Feng Shui è un altro mondo, come se fosse una materia completamente diversa…

Due cose mi sono piaciute particolarmente: la parte sullo sviluppo della percezione e sul riequilibrio della parte istintiva, e l’analisi guidata del caso reale.

Soprattutto il lavoro sul rapporto tra corpo, mente e ambiente è la cosa che più di tutte ti dà tanto a livello personale, al di là del Feng Shui. Attraverso il corso sono ritornata a portare più attenzione su me stessa, su quali parti del mio corpo funzionano di più o di meno, fare questi esercizi con costanza mi ha dato tantissimo, e ancora me lo sta dando, proprio tanto. Ad esempio anche solo il discorso dell’armatura caratteriale è stato interessantissimo. La cosa più importante del corso è che ti cambia proprio la visione di tutto quello che ti circonda, ti dà occhi nuovi con cui vedere le cose, più in profondità. Quando nella vita metti più scienza e meno “magia e superstizione”, e togli importanza al fato, al caso, e gli dai un nome più “scientifico”, secondo me è sempre una cosa buona. Siamo in un periodo in cui la scienza e la spiritualità ritornano a essere la stessa cosa dopo tanto tempo; questo lo cercavo da tanti anni e il corso mi ha dato uno strumento forte.
La teoria e la pratica sono state integrate in modo da sostenersi l’un l’altra, il lavoro sulla percezione continuava a emergere nello studio o nell’applicazione delle cose più tecniche; è stata un’esperienza importante ad esempio essere portati in un sito e vedere che a TUTTI la casetta davanti alla casa che stiamo esaminando suscitava la stessa identica sensazione.
Vedere nella pratica l’omogeneità delle sensazioni tra noi allievi che analizzavamo per la prima volta un sito, ti fa capire che quella data forma ha un’influenza obiettiva sulla persona che abiterà in quel posto.

Tutti i collegamenti al pratico sono stati i momenti più interessanti, perché ti danno veramente il senso di come applicare la tecnica; ma la cosa più bella è stata il caso reale. Avrei potuto cogliere qualcosa con delle piantine in aula, con degli esempi, ma è totalmente diverso andare veramente, e soprattutto: se uno vuole farlo non solo per cultura personale ma se ha intenzione di mettere le mani nella casa e quindi nella vita di qualcun altro, il fatto di iniziare a vederlo nella pratica…è come quando tu leggi e dici ok lo so, ma poi provi a ripeterlo e non lo sai in realtà.
Quindi il fatto di cominciare ad andare davvrero fisicamente, di mettersi nei panni del consulente, osservare che cosa faceva Stefan, che ha detto proprio osservate quello che faccio io, lasciatevi il tempo, non giudicate, anche questa parte di non giudicare se non arrivano subito delle sensazioni, ma di riappacificarci con questa parte bambina, che deve essere amata anche se non dà una performance, se non ha la prestazione eccellente, queste sono cose sottili ma proprio importantissime. Non sarebbe stata assolutamente la stessa cosa senza fare il caso pratico.

Ho letto diversi libri prima di cominciare i corsi con Creative Feng Shui. La differenza è abissale…in un libro non si può assolutamente spiegare quello che hanno detto Stefan e Lorenzo in tutte le ore di lezione, non c’è proprio paragone.
Nei libri, è come se tu devi imparare la cucina italiana e ti insegnano a fare la pasta al sugo. Poi scopri che ci sono tutte le altre ricette e capisci che la pasta al sugo non è niente rispetto a tutto quello che c’è da sapere per farlo veramente.
Non fai Feng Shui quando leggi i libri, fai proprio un’altra cosa, non c’entra niente, un po’ perché non si vede la parte del sentire gli stimoli dell’ambiente direttamente con il corpo, un po’ perché è troppo superficiale, ci sono due cose buttate lì, non c’è paragone. Ma questo emerge già dal Corso Base, già dalla conferenza.

Ho conosciuto diversi altri insegnanti, quello in cui Creative Feng Shui è completamente diverso è che gli altri applicano in modo acritico quello che hanno imparato dai loro maestri, non c’è una scrematura. Gli insegnanti di Creative Feng Shui si mettono in gioco a confrontare le teorie con quello che funziona veramente nella pratica. Questo per me ha un valore enorme, che nei loro corsi emerge tantissimo.
Poi un conto è uno che fa solo Feng Shui, un conto è uno che si interessa di tanti argomenti, tante tecniche, tanti aspetti, che poi riesce a portare nel Feng Shui, questo si vede, no? Prendi tanti strumenti di altre tecniche valide, che poi ti danno forza nel fare un delicato lavoro di scrematura.
Io apprezzo sempre quando un insegnante non si sa occupare solo di una cosa, ma se gli capita di dover parlare anche di altro, ci sta dentro, ne sa, ne ha visto.
Stefan e Lorenzo, si vede che ci mettono anima e corpo a lavorare per noi, sembra che facciano solo quello! Io apprezzo veramente le persone che si sbattono tanto e fanno seriamente le cose; sono interessata a questi argomenti da tanti anni, da sempre, e sono stata anche abbastanza fortunata negli insegnanti che ho trovato, però ho anche visto molta gente poco seria o malata di ego…ma al di là dell’ego, il fatto che il Feng Shui venga mal pubblicizzato, mal fatto, è un po’ come una bestemmia, al di là delle persone che vanno e vengono, una cosa potente e bella come il Feng Shui è giusto che si sappia che è bella, utile, che ha un senso, non una roba per manualetti da quattro soldi, ci credo che poi c’è poco appeal.
Con Creative Feng Shui è un altro mondo, come se fosse una materia completamente diversa…dopo aver fatto il Corso Base ho capito che erano spesi bene anche i soldi del Corso Avanzato di Feng Shui, e adesso che ho fatto anche questo ho capito che nel Corso Professionale c’è ancora tutto un mondo che voglio esplorare. Se puoi essere 10, perché restare a 2?
Se siete veramente interessati al Feng Shui, consiglio assolutamente questo corso. Fidatevi di chi l’ha già fatto.

Barbara, segretaria, Torino 

Leggi i testimonial per il Corso Base di Feng Shui

 

Sono una biologa e il fatto di sottoporre alla verifica dei fatti ogni ipotesi o teoria mi rende tutta la materia molto più credibile e comprensibile.

Mi sono iscritta al Corso Avanzato di Feng Shui perché pur essendomi piaciuto il Corso Base, avevo l’impressione di aver cominciato a grattare la superficie, ma non riuscivo ad applicare i concetti che cominciavano a chiarirsi. Più in generale, la mia situazione è di continua ricerca, culturale ma non solo, e trovo che questo tipo di approccio, olistico con metodo scientifico, sia in pieno accordo con la mia mentalità. Prima di conoscere Creative avevo letto “Feng Shui” di Lilian Too, trovato sulla solita bancarella: approccio decisamene superstizioso, di chi si sente in balia di spiriti maligni e cerca di propiziarseli, invece di lavorare positivamente e in prima persona sul capire e modificare le situazioni ambientali. Sono una biologa e il fatto di sottoporre alla verifica dei fatti ogni ipotesi o teoria mi rende tutta la materia molto più credibile e comprensibile.
Il corso ha un costo notevole, ma non sono mai stata in dubbio se iscrivermi, è una parte del mio percorso, e avendo conosciuto la professionalità dei docenti sapevo che ne valeva la spesa.
Infatti a corso finito sono soddisfatta, si sono chiariti alcuni concetti fondamentali (energie dell’ambiente e loro relazione con gli umani, attenzione alle sensazioni e percezioni) che mi erano poco definiti. Rispetto a prima, sento di avere basi decisamente più solide per orientarmi, anzi, sono uscita dal corso con la sensazione di avere una chiave di lettura dell’ambiente molto potente. Gli stimoli ambientali di solito rimangono a livello inconscio, raramente capita di rendersene conto e ragionarci su. Adesso so che sono inquadrabili in una “ipotesi di lavoro”, e che si possono decodificare e anche modificare.
Il corso ha poi tutta una parte di preparazione psicofisica; sono abituata al lavoro sul fisico ed esercitare le abilità percettive mi è sembrata una cosa molto giusta e orientata allo scopo. Penso che un lavoro serio sulle interazioni ambiente-uomo non ne possa prescindere: un non vedente avrebbe molta difficoltà a vendere colori.
L’altro punto forte del corso secondo me è l’attenzione alla correlazione tra psiche e ambiente di vita, l’approfondimento dell’ambiente come chiave di lettura dell’espressione del sé.
In questo senso l’esercitazione su un caso reale è stata veramente interessante, un uscire finalmente dalla teoria di libri e dispense per toccare con mano la realtà. Il collegamento con le situazioni concrete è veramente essenziale.
Nel complesso, il Corso Avanzato è un completamento essenziale del Corso Base, amplia e consolida i concetti fondamentali, ti insegna a interagire in modo positivo con l’ambiente. Lo consiglio vivamente, è un bellissimo regalo che fate a voi stessi e alla vostra famiglia.

Cristina, biologa, Genova

Testimonial Corso Avanzato Feng Shui

La spesa era consistente, ma non avevo dubbi sul voler andare avanti, e ho fatto bene. È valsa assolutamente la pena.

Ho praticato e insegnato Tai Chi e Shiatsu per anni, ma prima di conoscere Creative, sul Feng Shui avevo poche idee ma confuse! Intuivo magari i collegamenti con ciò che già sapevo sui “principi”, ma non avevo informazioni e tantomeno esperienza diretta. Quando ho fatto il Corso Base, è stato un po’ come un aperitivo che ha davvero stimolato l’appetito, impossibile non continuare con il pranzo…mi sembra evidente che gli argomenti siano così vasti da dover essere completati ed approfonditi il più possibile.
La spesa era consistente, ma non avevo dubbi sul voler andare avanti, e ho fatto bene. È valsa assolutamente la pena, mi sento arricchita certamente e soddisfatta dagli aspetti tecnici, organizzativi e “umani” :O) dell’esperienza. Il corso mi ha dato quello che cercavo. Ho appreso tanto, non solo per ciò che riguarda strettamente il Feng Shui, ma soprattutto ho avuto importanti spunti di riflessione applicabili in ogni aspetto della mia vita.

In generale la struttura del corso, il materiale fornito e l’organizzazione delle lezioni sono molto efficaci didatticamente, ma a me sono piaciuti anche gli sconfinamenti più metafisici e la capacità di collegare le informazioni in modo davvero orientale, la chiarezza e semplicità nell’esposizione e l’integrazione fra aspetti tradizionali cinesi e scientifici universali.
La parte sulla percezione e l’uso del corpo è certamente utile, direi anzi necessaria, anzi, ad essere sincera, io avrei fatto durare la “pratica” un po’ di più aggiungendo qualche altro esercizio.

Anche affrontare una caso reale così come e’ stato fatto, compreso il riscontro finale e stato decisamente interessante; come tirare le fila di tutta la teoria precedente, mettendosi alla prova e riuscendo a “sentirla” sul campo – senza un lavoro di questo tipo sarebbe di sicuro mancato qualcosa.
Ora sento di avere le idee piuttosto chiare su che cosa fosse e possa essere davvero il Feng Shui; ho aggiunto precisazioni a concetti che avevo già studiato e l’esperienza generale mi ha comunque dato vari spunti di riflessione.
Nel complesso, il corso e’ molto valido e interessante; indispensabile per chi vuol valutare la possibilità di usare il Feng Shui a livello professionale, ma anche per chi vuole approfondire il livello base per avere una conoscenza della materia decisamente più completa e molto utile.

Monica, insegnante di Tai Chi, Genova

Testimonial Corso Avanzato Feng Shui

Ho trovato la parte del corso riguardante la percezione, l’uso del corpo e dell’attenzione molto interessante: strumento ideale per rendere molto sottile il nostro rapporto “interno/esterno” ma con viva consapevolezza del presente.

Ciao, sono Giovanni ed ho frequentato il Corso Base a Milano ad ottobre 2012 per un’interesse particolare verso le materie dove si pone l’attenzione all’essere umano in quanto non individuo singolo ma parte integrante di un contesto generale di vita e di ambiente. Non avevo conoscenze precise riguardo al Feng Shui, ma al termine del corso ho sentito l’esigenza di approfondire, in quanto l’argomento si presentava decisamente vasto ed interessante. Ho deciso quindi di proseguire con il successivo Corso Avanzato che si sarebbe tenuto a Genova.

Il semestre intercorso fra la conclusione del 1° livello e l’inizio del 2° mi ha ulteriormente accentuato l’interesse nello studio del Feng Shui (pensavo che l’averlo temporaneamente abbandonato, sarebbe rimasto solo un weekend di studio!) Questo ha avuto il sopravvento su qualche esitazione riguardo a tempi e costi e così sono ripartito.
Ora che ho completato il 2° livello devo confermare che ne è valsa la pena!
Come si può rimanere indifferenti alla storia contenuta nella “semplice rappresentazione grafica delle linee dei trigrammi”?
Come si può non essere catturati dall’influenza di un colore sul nostro essere/vivere?
Come si può non gioire di una ritrovata coscienza interiore a volte inarrivabile per via della nostra corazza esteriore?
Ho trovato la parte del corso riguardante la percezione, l’uso del corpo e dell’attenzione molto interessante: strumento ideale per rendere molto sottile il nostro rapporto “interno/esterno” ma con viva consapevolezza del presente; il saper rimediare velocemente ad un disequilibrio fisico o emozionale nel quotidiano e per predisporsi al meglio nel rapporto diretto con le persone.
Per quel che riguarda l’esercitazione su un caso reale devo confermarne la validità in quanto ho testato nel concreto quanto per la prima volta sia riuscito ad applicare la parte teorica fino ad ora appresa. Esperienza indispensabile per una maggiore comprensione e risoluzione di dubbi e problemi “sul campo”. (Pensavo che la parte inerente mappe e rilievi fosse più ad appannaggio di geometri ed architetti: è stata una piacevole sorpresa aprirmi ad una visione più ampia accessibile anche da chi, come me, ha avuto una formazione di studi completamente differente ossia di grafica pubblicitaria!)
Una volta tornato a casa col bagaglio di stimoli e nozioni apprese durante il corso, ho potuto confrontare nel mio ambiente domestico quanto a suo tempo, con arredi e colori, avevo istintivamente scelto elementi che mettessero in rilievo gusti e caratteristiche molto personali e che ora posso comprendere siano state delle scelte dettate da quanto in quel momento prevaleva in me un elemento rispetto ad un altro e quanto ora possano esserci dei disequilibri che influiscono sulla mia ricerca di maggiore armonia: come si può percepire con occhi diversi ciò che all’apparenza si coglie in unico modo!
A conclusione di quanto vissuto e sperimentato in questo 2° livello, posso considerarmi pienamente soddisfatto e lo consiglierei senza dubbio a chi, avendo messo un seme nel Corso Base di Feng Shui, vuole permettere ad esso di crescere e svilupparsi … in Legno, Fuoco, Terra, Metallo ed Acqua …

Giovanni, fotolitista, Milano 

Leggi i testimonial per il Corso Base di Feng Shui

 

Quello che mi ha appassionato è stato rendermi conto di quanto è vasto questo mondo, la sorpresa di scoprire come il Feng Shui sia un’arte/scienza che tocca gli aspetti più profondi e nascosti dell’essere umano.

Se vi iscrivete a questo corso, fatelo con molta umiltà, perché la vastità e profondità dei temi vi faranno sentire come una formichina.
Io non sono nuova a questi temi, ho fatto una miriade di esperienze e corsi in ambito olistico, ne ho fatte di tutti i colori, credetemi, non so quante centianaia di libri ho letto e quanti corsi ho frequentato…e sono anche serviti, quando ho cominciato a fare esperienze in questo ambito ho avuto effetti straordinari. Ma un bel giorno mi sono resa conto che stavo mettendo troppa carne al fuoco, e che poi non riuscivo a focalizzarmi su niente in particolare…a cosa serve fare tante cose in modo parziale e superficiale?
Quello che mi è piaciuto e che più mi ha affascinata del corso di Creative, invece, è che il Feng Shui fatto in questo modo è come se comprendesse tutto quello che avevo imparato prima. Come viene insegnato in Creative, il Feng Shui è…OLISTICO, nel senso che ricomprende i molti nell’uno. Veramente appassionante…leggendo un libro, uno si immagina di fare Feng Shui quando mette un mobile così anziché colà, o fa la parete di questo o quel colore. Al Corso Base ho capito che in realtà è qualcosa di molto diverso, comprende anche questo per carità, ma va molto al di là di questi aspetti “superficiali”, e questo mi ha aperto un mondo. Mi sono iscritta al Corso Avanzato di Feng Shui perché nel Corso Base ho intravisto questo, ho capito che c’era tutto un mondo da esplorare e apprendere. Qualcun altro era deluso perché pensava di applicare immediatamente quello che avevano imparato per fare il consulente Feng Shui…francamente, se a me avessero proposto di fare la consulente dopo un corso di due giorni, la cosa mi sarebbe un po’ scaduta.
Quello che mi ha appassionato invece è stato proprio rendermi conto di quanto è vasto questo mondo, la sorpresa di scoprire come il Feng Shui sia un’arte/scienza che tocca gli aspetti più profondi e nascosti dell’essere umano. Uno potrebbe praticare per 20 anni e non raggiungere ancora il “culmine” di questa conoscenza…è una cosa così vasta che puoi progredire per tutta la vita.
Avere così tanti strumenti e livelli di lettura mi ha reso devo dire un po’ insicura, è perfino troppo, perché mi sento di non riuscire a collegare come vorrei tutte queste cose. La consulenza nel terzo incontro però mi ha aiutato molto: all’inizio ero quasi timorosa di andarci, stupidamente a volte anche nel gruppo ti senti così insicuro, principiante, che hai paura di dire delle cretinate, oddio mi metto in gioco, dico delle stupidaggini talmente grandi che mi faccio ridere dietro. Invece poi mi sono tirata su di morale perché analizzando il caso in aula e confrontandomi con gli altri mi sono resa conto che in realtà avevo colto tutti i punti chiave, ho avuto sensazioni perfettamente corrispondenti a quello che poi Stefan ci ha spiegato in classe, e la cosa mi ha rincuorata molto.

Un’altra cosa che ho molto apprezzato da parte degli insegnanti è il fatto di puntualizzare che non ci sono degli schemi così meccanici da mettere in pratica, ma bisogna sempre guardare la situazione, le persone che vivono lo spazio, e che quindi lo stesso identico caso, valutato secondo gli occupanti e tutta una serie di caratteristiche, può essere considerato appropriato o meno appropriato, e richiede interventi diversi a seconda di quello che si vuole ottenere. Questa cosa mi è piaciuta molto, e ha rinforzato il messaggio che ci è stato dato per tutto il corso: quello di far funzionare l’istinto, di migliorare la sensibilità per essere ricettivi alla situazione specifica e trattarla in modo intelligente, anziché applicare ciecamente degli schemi pronti.
Il lavoro sulla sensibilità corporea è stato forse il punto più forte del corso, è stato quello che ha fatto la differenza, e mi ha fatto decidere di continuare la formazione. Rispetto anche ad altre scuole, aumenta molto la credibilità, almeno ai miei occhi. Ma a parte il fatto di essere più credibile a livello professionale, quello che per me conta di più è quanto mi ha dato anche a livello personale. Da quando ho fatto il corso, sono molto più presente a me stessa e a quello che mi sta intorno, riesco a essere più “spettatrice” della vita, a essere al contempo più distaccata e più “dentro” l’esperienza.. Era già qualcosa che stavo iniziando a integrare nel mio percorso, ma questo training mi ha molto rinforzata in questo; il fatto di portare attenzione al proprio corpo con le sue sensazioni, di percepire la muscolatura con le sue tensioni e rilassarle, sono tutte tecniche che effettivamente ti possono aiutare tantissimo in questo.
Io proseguirò sicuramente con il Corso Professionale, ma il motivo per cui mi sento di consigliare il Corso Avanzato è che indipendentemente che uno voglia farne una professione o meno, la materia è talmente vasta e completa che ti può arricchire molto sul piano personale.

 Nilla, chimica, Torino

Leggi i testimonial per il Corso Base di Feng Shui

Testimonial Corso Avanzato Feng Shui